Contestualmente al bando predisposto dalla Commissione Europea per finanziare progetti per il miglioramento degli standard deontologici e la qualità dell’informazione, è stato pubblicato il bando “Defending Media & Pluralism” che ha l’obiettivo di fornire un aiuto economico che possa garantire la libertà di stampa e il pluralismo del sistema d’informazione.

Questa specifica call però ha come obiettivo, oltre ai suddetti obiettivi e quelli propri di tutte le call del programma Creative Europe, la protezione di giornalisti minacciati garantendo loro la possibilità di avere fondi dedicati a cui attingere per la consulenza ed il supporto legale, oltre a offrire riparo e assistenza logistica.

Il bando promuove inoltre:

la progettazione e la gestione di un meccanismo di risposta rapida a livello europeo per sostenere libertà dei media e la sicurezza dei giornalisti che copra tutti gli Stati membri dell’UE;l’organizzazione di missioni e campagne di sensibilizzazione (prevalentemente nei luoghi dove i giornalisti sono minacciati);il monitoraggio dello stato della libertà dei media negli Stati membri dell’UE e nei Paesi candidati.

La tipologia di interventi ammissibili per usufruire del bando e la scadenza dello stesso sono visionabili sul sito uspi.it, all’interno dell’Area soci, nella Sezione “04 – Bandi e finanziamenti”.

Nella stessa sezione della pagina web di USPI, gli Associati potranno trovare, inoltre, maggiori informazioni per l’invio della domanda e i contatti utili allo svolgimento della pratica.

Altri bandi e contributi

Inoltre, gli Associati USPI potranno visionare tutti i bandi disponibili e attivi nell’Area Soci del sito uspi.it, sempre nella Sezione “04 – Bandi e finanziamenti”.

L’articolo Ue, 3,1 milioni per la libertà di stampa e i giornalisti minacciati proviene da Notiziario USPI.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.