Il DIE pubblica i decreti sul ‘Bonus acquisto carta’ con l’elenco dei beneficiari e il relativo credito per gli anni 2020 e 2021.

Nota del Dipartimento editoria

Coma anticipato con un post pubblicato il 31 marzo scorso sul proprio sito istituzionale – il Dipartimento per l’informazione e l’editoria, in data 27 aprile, ha pubblicato gli elenchi dei beneficiari del credito d’imposta per l’acquisto della carta per gli anni 2020 e 2021. Insieme ai relativi importi.

Acquisto carta negli anni 2019 e 2020

Ricordiamo che il credito assegnato è parametrato alle spese sostenute, rispettivamente nell’anno 2019 e nell’anno 2020. Per l’acquisto della carta utilizzata per la stampa delle testate edite.

Non è stato necessario ricorrere ad alcun riparto proporzionale

Il Dipartimento editoria conferma che dai calcoli effettuati – stante la capienza delle risorse – non si è dovuto ricorrere al riparto percentuale delle stesse. Resta ferma la possibilità di eventuali riduzioni dei singoli importi ammessi – a seguito di altre verifiche.

La pronuncia della Commissione europea

Ricordiamo, infatti, che la Commissione UE si è pronunciata sulla compatibilità della misura agevolativa con le disposizioni normative europee sugli aiuti di Stato. Con la decisione n. C (2021) 7601 final pubblicata in data 9 dicembre 2021 sul sito della stessa Commissione Europea.

Modalità operative

Per le modalità operative, facciamo riferimento alla Circolare del Capo del Dipartimento del 14 dicembre 2021. Che fornisce precisazioni in relazione alle modalità applicative del credito d’imposta per l’anno 2020 e 2021.

Il credito di imposta è utilizzabile unicamente in compensazione, ai sensi dell’art. 17 del decreto legislativo 9 luglio 1997, n. 241, presentando il modello di pagamento F24 attraverso i servizi telematici dell’Agenzia delle entrate. A partire dal quinto giorno lavorativo successivo alla pubblicazione dell’elenco dei soggetti ammessi.

Certificazione antimafia

Segnaliamo che, per alcuni editori destinatari di somme importanti superiori a 200.000 euro, la fruizione  del credito è sospesa in attesa della verifica antimafia.

Gli editori interessati a questa misura sono evidenziati nell’elenco pubblicato.

Codice tributo 6974

Ai fini della fruizione del credito è necessario indicare, in sede di compilazione del modello F24, il codice tributo 6974, istituito dall’Agenzia delle entrate con Risoluzione n. 19/E del 22 aprile 2022.

Elenco beneficiari anno 2020

Decreto del Capo del Dipartimento del 27 aprile 2022 – Elenco soggetti ammessi anno 2020

Elenco beneficiari anno 2021

Decreto del Capo del Dipartimento del 27 aprile 2022 – Elenco soggetti ammessi anno 2021

Per ulteriori informazioni

Per richieste di chiarimento sul credito di imposta è possibile inviare un messaggio all’indirizzo di posta elettronica:  credito.carta@governo.it.

Ovvero far riferimento al nostro precedente articolo: “Bonus acquisto carta – anni 2019/2020: le indicazioni sui beneficiari e sugli esclusi”.

L’articolo Credito imposta carta: elenco ammessi e relativi importi – 2020/2021 proviene da Notiziario USPI.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.