Perchè associarsi?
Associarsi all'USPI permette di usufruire di una serie di servizi gratuiti
  • la consulenza editoriale e l'assistenza amministrativa per pratiche pubbliche
  • l'aggiornamento professionale tramite l’invio settimanale della “NEWSLETTER - NOTIZIARIO USPI”
  • la rappresentanza e la tutela in seno alle Commissioni ministeriali
  • il filo diretto telefonico, per email o fax, per consulenza fiscale, postale, legislativa, legale, pubblicitaria e internet
  • partecipazione a "Giornate Formative" gratuite di qualificazione professionale
  • convenzioni esclusive per i soci USPI
  • tessera, bollino annuale e "disco stampa" per autovettura
Come Associarsi
Trova periodici
Seleziona una categoria:
 
 
Acquacultura
(v.pesca)
Agenzie d’informazione Agricoltura
foreste
giardinaggio
Alimentazione
bevande
gastronomia
Ambiente
ecologia
Amministrazione pubblica e privata Annuari generali e guide Annunci economici Archeologia
antichita’
belle arti
arti figurative
Architettura
arredamento
design
Artigianato Assistenza
previdenza
assicurazioni
Associazioni
(v.periodiciassociativi)
Automazione
(v.tecnica)
Automobilismo
motociclismo
strade
traffico pneumatici
Aviazione civile e militare
astronautica
missilistica
Aziende
(v.periodici aziendali)
Belle arti
(v.archeologia)
Bibliografia
biblioteconomia
Calzature
cuoio
Carta – cartolibreria
editoria
grafica
stampa tipografia
Casalinghi
ferramenta
giocattoli
Categorie
(v.periodici dicategoria)
Chimica
chimica industriale
colori – vernici – materie plastiche
Cosmetica
essenze
profumi
Cristalleria
(v.vetreria)
Cuoio
(v. calzature)
Design
(v.architettura)
Diritto – legislazione
giurisprudenza
Divulgazione scientifica
(v.scienze)
Ecologia Economia
banche
commercio
industria
finanza
fiere e mostre
Edilizia
costruzioni
marmi
urbanistica
Elettronica
(v.elettrotecnica)
Elettrotecnica
elettronica
informatica
Emigrazione Energia
(v.fonti di energia)
Enologia
enotecnica
Farmacologia Filatelia
numismatica
Filologia
(v.linguistica)
Filosofia Fisica
(v.matematica)
Fonti di energia – combustibili
carburanti
Forze armate Fotografia
ottica
Fotoromanzi
(v.rotocalchi)
Gastronomia
(v.alimentazione)
Geografia
astronomia
astrologia
geodesia
geologia
meteorologia
paleontologia
paleografia
speleologia
Giardinaggio Giocattoli
(v.casalinghi)
Giornalismo
(v.informazione)
Giovani
(v.periodici per i giovani)
Guide
(v. annuari generali)
Informatica Informazione
cronaca
giornalismo
Ingegneria
ingegneria meccanica
idraulica
Inquinamento
(v.scienze naturali)
Legislazione
(v.diritto)
Letteratura
narrativa
cultura varia
Linguistica
filologia
Locali Matematica
fisica
Meccanica
(v.ingegneria)
Medicina
chirurgia
igiene
sanita’
Metallurgia
metallografia
miniere
Miniere
(v.metallurgia)
Missilistica
(v.aviazione)
Moda
abbigliamento
confezioni
tessili
Modellismo
(v.tempo libero)
Mostre
(v. economia)
Musica Narrativa
(v.letteratura)
Nautica
navigazione interna
marina mercantile e da diporto
Navigazione interna
(v.nautica)
Numismatica
(v.filatelia)
Oreficeria
orologeria
gioielleria
Orologeria
(v.oreficeria)
Ottica
(v.fotografia)
Pedagogia
(v.scuola)
Periodici associativi Periodici aziendali Periodici di categoria Periodici per i giovani
fumetti
Periodici politici Periodici sindacali Pesca
acquacoltura
Politica
(v.periodici politici)
Previdenza
(v.assistenza)
Profumi
(v.cosmetica)
Pubblicita
marketing
organizzazione aziendale
elazioni pubbliche
Quotidiani Relazioni pubbliche
(v.pubblicità)
Religione – teologia – periodici parrocchiali Riviste per la donna Rotocalchi
fotoromanzi
Sanità
(v. medicina)
Scienze
divulgazione scientifica
Scienze naturali (biologia botanica idrologia
acque inquinamento)
Scuola
didattica
educazione
pedagogia
Sindacalismo
(v.periodici sindacali)
Sociologia
psicologia
volontariato
Speleologia
(v.geografia)
Spettacolo
teatro
cinema
radio
televisione
Sport (in generale) Statistica Storia Tecnica (in generale)
tecnologia
automazione
Televisione
(v.spettacolo)
Tempo libero – giochi
modellismo
Teologia
(v.religione)
Termalismo
(v.turismo)
Tessili
(v. moda)
Tipografia
(v.carta)
Traffico
(v.automobilismo)
Trasporti Turismo
alberghi
termalismo
Urbanistica
(v.edilizia)
Vernici
(v. chimica)
Veterinaria
(v.zoologia)
Vetreria
articoli da regalo
ceramica
cristalleria
Volontariato
(v.sociologia)
Zoologia
zootecnia
cinofilia
veterinaria
Periodici Locali Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia romagna Friuli venezia giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino alto adige Umbria Valle d’aosta Veneto



Ricerca per parole chiave


Varata dalla pcm la delibera della commissione sull’equo compenso nel lavoro giornalistico
torna indietro  versione stampabile
14/07/2014


Il decreto della Presidenza del Consiglio consegue all’accordo trovato tra le parti sindacali e datoriali del comparto - A favore Fnsi e le Associazioni degli editori (FIEG, USPI e AERANTI), mentre l’Ordine nazionale di giornalisti ha espresso voto contrario -  L’accordo stabilisce le tariffe minime per il lavoro giornalistico, in caso di collaborazione coordinata e continuativa. Si sono stabilite anche le tariffe minime per il lavoro giornalistico autonomo, che presenti carattere economicamente dipendente e non sporadico.

 

In gran parte la delibera è frutto degli sviluppi dei negoziati contrattuali tra Fnsi e Fieg, tra Fnsi e Uspi e tra Fnsi e Aeranti-Corallo.

 

Il problema non è stato tanto decidere circa i compensi, ma il metodo con cui approcciare questo argomento.

 

L’USPI, e altre associazioni, ritenevano infatti che l’accordo si potesse chiudere semplicemente con alcuni correttivi: l’accordo di base era pronto, occorreva solo tener conto delle dimensioni delle aziende. Per l’USPI non si poteva ipotizzare che un articolo venisse pagato lo stesso prezzo senza tener conto se lo stesso fosse stato scritto su testate nazionali (magari quotate in borsa) o su piccoli periodici o quotidiani locali.

 

Ed in tal senso, l’USPI e la Federazione della stampa hanno trovato un accordo sul trattamento economico minimo per i periodici editi dalle imprese firmatarie del contratto USPI.

 

E’ bene sottolineare che il provvedimento della Presidenza del Consiglio recepisce solo la parte tabellare degli accordi di settore.

 

EQUO COMPENSO PER GLI EDITORI FIRMATARI DEL CONTRATTO USPI-FNSI

 

Ci sarà modo di ritornare a trattare ed approfondire il tema dell’equo compenso giornalistico.

 

Pubblichiamo, a seguire, la delibera della Presidenza del Consiglio ed i parametri approvati contenuti nell’allegato alla delibera, concernenti i grandi quotidiani e periodici, i periodici USPI, le radio e TV locali, le agenzie di stampa e le testate giornalistiche online.

 

Vogliamo, però, come primo commento sottolineare alcune caratteristiche peculiari della delibera per i “Periodici editi dalle imprese firmatarie del contratto USPI”.

 

PECULIARITA’ USPI

 

A) Per le collaborazioni coordinate e continuative si parla di “prestazioni” (almeno 4 al mese), che non riguardano soltanto la redazione di articoli; mentre le pure “prestazioni giornalistiche” sono inquadrate in una tabella specifica (1.800 battute).

 

B) Per le prestazioni lavorative dei cococo superiori al citato livello minimo, “il compenso dovrà essere proporzionalmente concordato tra collaboratore ed azienda”.

 

Per le “prestazioni giornalistiche” in senso stretto, “superiori per estensione, complessità e ricerca giornalistica, il maggior compenso sarà liberamente concordato tra collaboratore ed azienda”.

 

NOTA BENE:

 

Richiamiamo l’attenzione sull’avverbio “liberamente” per le “prestazioni giornalistiche” in senso stretto; mentre per le prestazioni lavorative dei cococo, la “proporzionalità concordata” non potrà, in ogni caso,  essere superiore a quella di riferimento sopra i minimi tabellari dell’accordo FIEG-FNSI, pari al 60 per cento.

 

Delibera Commissione Equo Compenso Giornalistico